Distacco Letale

Se la morte fosse un viaggio nell'aldilà, questo spettacolo ne rappresenterebbe la rocambolesca preparazione dei bagagli.
Bagagli da portare con sé nel trapasso, bagagli da lasciare per sempre terreni.
Bagagli da riempire di ricordi, bagagli da alleggerire di inutili rancori.
Bagagli di chi parte ma anche di chi resta, erede di beni incommensurabili... come le enormi ricchezze della famiglia Noto
Mentre Attilio osserva per la prima volta i sentimenti dei suoi parenti, Sofia si ostina a sfogliare una rivista che la tiene lontana dalla realtà, Clelia non la smette di nutrire gli altri come fossero suoi eterni ospiti, Leonardo realizza che finalmente la sua vita sta per cambiare. Intanto il Tobia, il cane, guaisce dal dispiacere e Carlo, il vicino di casa, si fa testimone naif della storia.

E la morte? La morte ironicamente attende, paziente, concede al pubblico tutto il tempo necessario affinché il distacco tra i protagonisti si sia fatto letale.

 

nuovobis_1569514098081510100.jpg

 

Ti è piaciuto? Condividi!

 

  •  
  •